Capelli sotto il sole

Ciao a tutti e bentornati su Iris Blonde ❤ ormai l’estate è entrata prepotentemente nelle nostre vite, io odio il caldo e per me è una specie di tortura cinese. Comunque per i più fortunati estate equivale a mare, io non lo amo molto, sono più una tipa da montagna: passeggiata, scalate insomma molto wild. Il post di oggi sarà incentrato sulla cura dei capelli sotto il sole,per me è fondamentale non ritrovarmi con la stoppa per i lavandini in testa e credo che sia una preoccupazione di tutte. Iniziamo:

1.COME PREPARARE I CAPELLI ALL’ESPOSIZIONE SOLARE

Parecchio tempo prima di andare al mare, taglio i capelli: questo mi permette di eliminare la parte più rovinata, dedicarmi alla loro idratazione quando il capello è perfettamente sano, prima di esporli al sole. Vi assicuro che arrivare con le punte belle piene in spiaggia è tutt’altra cosa che arrivare con i capelli già spenti, gli darete il colpo di grazia. Non è necessario tagliare molto, basta eliminare la parte secca e bruciata.

2. LO SHAMPOO GIUSTO

Già i nostri capelli subiscono dei danni a causa di: sole, mare e salsedine quindi è il caso di scegliere adeguatamente lo shampoo. Io utilizzo sempre shampoo delicati, diluisco il prodotto in una bottiglietta e procedo al lavaggio. Non tentate di sgrassare troppo il cuoio capelluto, lavatelo con delicatezza e usate sempre i polpastrelli. Vi lascio un post in cui vi parlo di uno shampoo molto delicato, ottimo per lavaggi frequenti: Review: shampoo per capelli delicati Esselunga (linea gabbiano)

3. IL MARE FA BENE AI CAPELLI

Si, lo so può essere un’affermazione un po’ azzardata ma in realtà è così. L’acqua del mare contiene molto sali minerali che fanno bene alla nostra chioma, inoltre la presenza di sale svolge un’azione seboregolatrice sul cuoio capelluto. Ovviamente tutte queste belle proprietà devono essere abbinate ad un’ottima idratazione, risciacquate sempre i vostri capelli con dell’acqua dolce: portatevi uno spruzzino o una bottiglietta e appena uscite dall’acqua, sciacquate via tutto il sale.

4.IDRATAZIONE A GOGO

Questa è la base per tutto, specialmente per chi ha i capelli trattati e colorati. Per queste persone è necessario rivolgere ancora più cure:

  • FATE DEGLI IMPACCHI: prima di esporvi al sole,dopo o durante. Ci sono tantissime maschere in commercio, potete farla anche con dei semplicissimi oli vegetali.
  • PROTEGGETELI CON FILTRI SOLARI: ci sono tantissimi spray in commercio che contengono filtri solari, li trovate ovunque ma potete farlo tranquillamente a casa. Sciogliete la vostra protezione solare in una crema per capelli ed applicatela sulle lunghezze,il gioco è fatto.
  • CAPELLI SPENTI: io non ho trovato un prodotto che risolvesse questo problema, il mio unico salvatore è il vecchio caro aceto di mele. Puzza da morire ma come li lucida lui, nessuno. Dopo il lavaggio faccio un risciacquo a freddo e la differenza si vede.
  • RAVVIVARE IL COLORE: esistono tante maschere colorate che oltre a dare un twist alla colorazione, nutrono il capello dalla radice. Io ho usato il ‘Phyto gloss’ di Phyto e oltre a ravvivare i riflessi, mi ha lucidato i capelli e li ha lasciati morbidissimi. In commercio esistono: bb cream, cc cream insomma di tutto e di più.
  • IDRATAZIONE GIORNALIERA: super importante, soprattutto in estate perché anche quando usciamo per la città i nostri capelli ricevono i raggi solari: non vi dico di proteggerli con delle protezioni, anche se potete farlo ma di idratarli costantemente, mattina e sera. Io uso questo prodotto da mesi e so che è piaciuto a molte persone: Pomata di morbidezza l’Oreal

Ora tutta la linea Botanical’ s di l’Oreal è in offerta da tigotà!

5. NON SCORDATE IL CAPPELLO: protegge il cuoio capelluto dai raggi solari,ci protegge anche il viso e limita la fuoriuscita di macchie solari e l’invecchiamento precoce della pelle.

6. PETTINARE I CAPELLI: gesto importantissimo, spesso la pigrizia ci porta a trascurarlo ma è fondamentale. Si formano tantissimi nodi al mare, scioglieteli prima che tutta la vostra testa diventi un groviglio gigante. Ormai sono famossissime le tangle tweezer, ne esiste anche un tipo specifico per i capelli bagnati. Se devo essere sincera, io ho usato sempre il caro ed affidabile pettine di legno: non mi ha mai strappato i capelli, con delicatezza mi ha sempre sciolto tutti i nodi. Se fate fatica, aiutatevi con uno spray anticrespo oppure con un balsamo senza risciacquo. Vi lascio qui il post che ho realizzato sugli Accessori economici per capelli!

7. ACCONCIARE I CAPELLI SOTTO L’OMBRELLONE

Allora io quando vado al mare fra salsedine e vento ho dei capelli da matta,l’ammetto senza vergognarmi..No, in realtà me ne vergogno eccome. Quando ero più piccola mi facevo degli chignon che sembravano più nidi per uccelli più che raccolti eleganti, non dico che dobbiamo sistemarci i capelli come farebbe un professionista ma evitiamo di strapparli e lasciarli annodare. Ragion per cui,come ho detto nel punto precedente è necessario pettinare i capelli prima di tutto,successivamente: li raccolgo in trecce o  raccolgo solo la parte davanti oppure utilizzo un fazzoletto/bandana per tenere i capellini più corti a bada. Vi lascio qui il video che ho realizzato sulle acconciature da usare al mare, sicuramente sarà più esplicativo:

Io spero che questo post vi sia piaciuto ❤ grazie ancora per tutto ❤

IrisBlonde

 

Annunci

Una risposta a "Capelli sotto il sole"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...